Sardegna Concerti presenta Grandi Eventi 2017 al Parco dei Suoni e della Musica di Riola Sardo, dal 19 al 23 luglio. Si inaugura a Riola Sardo con Train to Roots

Saranno 5 giorni di musica live, con 10 concerti e fantastici artisti che animeranno le serate. Si parte mercoledì 19 Luglio, con una festa reggae ad ingresso libero e si chiuderà il 23 luglio con la Reggae Night al Parco dei Suoni con i Train To Roots, una delle più importanti band reggae italiane. Formatisi nel 2014 in Sardegna, vantano una fama conquistata a suon di live esplosivi in giro per tutta Europa. La band porta avanti un continuo processo di ricerca e sperimentazione, distinguendosi specialmente per il mix di stili e linguaggi diversi che hanno segnato i loro 5 album. I Train to Roots passano sapientemente da sonorità tipicamente Jamaicane con influenze di black music e l’utilizzo di testi in cui mixano Italiano, Sardo ed Inglese. Il loro quinto ed ultimo album “Home” ha visto le collaborazioni di altri importanti artisti italiani come Levante, Madh, Clementino e Lion D. Il concerto estivo nell’oristanese non ferma l’attività in studio della band che a breve lancerà alcuni singoli che anticipano l’uscita del sesto disco. Lo scenario roccioso del Parco dei Suoni di Riola Sardo sarà il giusto set per godersi una serata di musica live in cui I Train to Roots sono pronti a scatenare tutto il loro potenziale esplosivo! Questo per l’inaugurazione a Riola Sardo con Train to Roots

Opening Act invece con i Riptiders che nascono nel 2012 a Tempio Pausania, in provincia di Sassari, dall’incontro di sei musicisti e dalla voglia di esibire dal vivo un repertorio totalmente di genere reggae.
In questi anni il gruppo si è esibito nei principali club e festival sardi tra cui Sardinia Reggae Festival e Seleni Summer Splash e ha partecipato a numerose rassegne e contest nell’isola e non solo. Inoltre nel dicembre 2015 vengono scelti da Telethon, prendendo così parte alla tappa cagliaritana dell’importante maratona a scopo benefico.
Durante i loro concerti i Riptiders hanno proposto in anteprima alcuni dei brani che andranno a comporre il loro primo EP di prossima uscita, tra cui il primo singolo Fall and Rise prodotto da Antonio PapaN’tó Leardi (Train To Roots) e pubblicato a maggio 2017.
I Riptiders sono:
Marco Serra voce, Thomas Gordon basso, Andrea Brandano tastiere, Mauro Mudadu chitarra, Fabio Casula percussioni, Antonio Leone batteria.

Il 20 luglio invece sarà serata d’autore al Parco dei Suoni. Ci saranno Ambra e Mauro Palmas ft. Arrogalla.

Ambra – Terre del Ritorno tour, il concerto spettacolo di Ambra è un’esplosione di suoni dal mondo dalle ritmiche trascinanti: suggestioni di una world music che affonda le sue radici nelle tradizioni popolari con arrangiamenti moderni e senza etichetta… Il quintetto in scena, in un raffinato mix di commistioni musicali, esplora la coralità a cappella così come il sound elettronico.
Un’evoluzione significativa per la cantante, autrice anche dei testi e delle musiche del suo nuovo lavoro discografico, nel quale, messi da parte purismi e paure, ci si immerge in storie che mescolano nello stesso testo più lingue: sardo, siciliano, pugliese, piemontese, francese, arabo, inglese, italiano, arabo.
Parole e suoni si fondono nell’intento di condividere emozioni con l’ingenuità di un bambino che non ha paura di sperimentare diversi linguaggi, a volte anche inconsapevolmente.
Terre del ritorno dalle quali nascono ilarità, malinconia, giochi, abbandoni, abbracci di madri, vite di donne e avi.

Inece Mauro Palmas & Arrogalla sono un connubio inedito ma allo stesso tempo uno sbocco quasi naturale per “Is” l’ultimo progetto di Arrogalla, produttore electro-dub di Quartu Sant’Elena, che nel 2016 rende omaggio a S’ardmusic, etichetta discografica il cui progetto artistico nasce da una visione identitaria, moderna, consapevole e globale della musica sarda e mediterranea.
Per celebrare il decennale dell’etichetta, Arrogalla rilegge alcuni dei brani più significativi tratti dal catalogo di S’Ardmusic, alternandoli a registrazioni originali con materiali sonori provenienti dalla produzione di Elena Ledda, Mauro Palmas, Andrea Parodi, Mario Brai ed Elva Lutza.
E proprio il suono mediterraneo di Mauro Palmas, virtuoso della mandola, è il compagno ideale di viaggio che Arrogalla ha scelto per calcare i palcoscenici dell’isola.

Maggiori informazioni sull’evento e le altre giornate le trovate qui.