Come ogni anno si celebra il 1° Maggio a Cagliari la Festa di Sant’Efisio, festa che porta a Cagliari migliaia di visitatori da tutte le parti del mondo.

Lunedì 7 aprile inizierà la vendita dei biglietti per assistere il 1° maggio alla 358/a Festa di Sant’Efisio a Cagliari.

Il costo dei biglietti va da 15 euro per la tribuna in piazza Matteotti, davanti alla stazione ferroviaria, sino ai 20 euro per la tribuna fronte Largo Carlo Felice, nello spazio tra i due semafori di via Roma, e ai 25 per le tribune coperte di via Roma lato Palazzo Vivanet e di via Roma fronte Palazzo Civico.

La Festa di Sant’Efisio è un intenso momento di devozione, fede, cultura e tradizioni centenarie che si fondono in una processione che non ha eguali al mondo.


LA FESTA DI SANT’EFISIO:
Ogni anno, dal primo al quattro di maggio, la festa di Sant’Efisio riunisce i fedeli, gli abiti tradizionali e i colori di tutta la Sardegna in una processione commovente e grandiosa. Parte dalle stradine di Stampace, nel centro di Cagliari, gremite di folla e trasformate in un tappeto di petali di fiori, per arrivare alla spiaggia di Nora e quindi tornare
alla chiesetta da cui è partita. È un lunghissimo pellegrinaggio con migliaia di devoti venuti da ogni parte dell’Isola, che sfilano a piedi, a cavallo o sulle traccas, i carri trainati dai buoi e ornati di fiori e frutta.
Non è solo la più grande manifestazione religiosa, della cultura e dell’identità della Sardegna: è soprattutto una Promessa solenne fatta l’11 luglio 1652 dalla città al suo protettore. Da allora è sempre stata onorata, ogni primavera, per più di 350 anni, con profonda devozione e gratitudine sincera.LA STORIA FESTA DI SANT’EFISIO:
Nel 1652 in Sardegna infuriava la peste. Le autorità cittadine chiesero aiuto con un Voto solenne a Sant’Efisio martire.
Era un militare romano che, appena prima di essere giustiziato per la sua fede, aveva promesso di proteggere per sempre Cagliari e i suoi cittadini. Con il Voto, la città si impegnava a portare ogni anno la statua del Santo in processione, dal luogo in cui Sant’Efisio era stato incarcerato, nel quartiere di Stampace, fino alla spiaggia di Nora, a occidente sul golfo, dove aveva subìto il martirio.
La peste finì. Da allora Cagliari ogni anno scioglie il suo Voto. Dall’anno della peste il Santo è stato invocato molte volte e, nella salvezza, i cittadini di Cagliari hanno sempre visto il suo intervento.
Perché Sant’Efisio e la città sono legati indissolubilmente: dall’amore, dalla venerazione e dalle reciproche promesse, intrecciate e rispettate da secoli.

LE DATE DELLA FESTA DI SANT’EFISIO:
15 Gennaio: È la data del martirio del Santo, celebrata, alla presenza dell’Arcivescovo della diocesi e dei devoti cagliaritani, con una processione che percorre le strade del quartiere storico di Stampace.
1 Maggio: La grande processione si apre alle 10 della mattina con le traccas, seguono i devoti in abito tradizionale,
i cavalieri, i Miliziani e la Guardiania. Il cocchio di Sant’Efisio si mette in cammino alle 12 e percorre il centro fino a sfilare davanti al municipio. Il pellegrinaggio prosegue con varie soste fino a Sarroch, dove si trascorre la notte.
2 Maggio: Il cammino riprende fino a Nora, il luogo del martirio.
3 Maggio: Sant’Efisio percorre la strada sino alle rovine della città romana di Nora, quindi riparte per Pula.
4 Maggio: Il corteo riparte alle 8 della mattina per Cagliari, dove giunge alle 22 e 30 circa. Prima di mezzanotte la grande festa è finita. Il voto, ancora una volta, è sciolto.

Festa di Sant’Efisio Cagliari, Sardegna from Vivere a Cagliari