Che il sole baci le belle e’ risaputo, ma qui al 39esimo parallelo, a Cagliari,  la città del mare, dello sport e del turismo il sole splende e bacia tutti indistintamente 365 giorni all’anno, o quasi.

di Federica Sabiu

Preso con le dovute cautele, il sole, non può che giovare alla nostra salute, oltre che regalarci un colorito più luminoso e un’aria più sbarazzina. Stimola la produzione di vitamina D fondamentale non solo per fissare il calcio alle ossa ma anche per stimolare le nostre difese immunitarie e tenere la nostra psiche in salute.
Ma veniamo al dunque: cosa fare e cosa non fare per evitare spiacevoli sorprese dopo un bagno di sole.
Regola numero 1:
Evitare di esporsi al sole nelle ore di punta (dalle 12.00 alle 14.00) e applicare sempre una protezione solare adatta al proprio fototipo. In genere consiglio di non scendere mai al di sotto del ftp 25 anche su pelle scura, da applicare ogni volta che ci espone ai raggi solari. In viso l’applicazione dovrebbe far parte della routine quotidiana, quindi non solo quando andiamo al mare, ma da utilizzare tutti i giorni come un vero e proprio trattamento di bellezza per prevenire eritemi e macchie solari. Ricordati che i raggi uva sono presenti e costanti in tutti i periodi dell’anno a prescindere dalle condizioni climatiche e, ahimè, sono i più dannosi per la pelle. Se sono presenti dei nei andrebbero coperti con schermi fisici, per intenderci quelle protezioni solari che lasciano una patina biancastra sulla pelle, spesso addizionati con ossido di zinco che non solo proteggono, ma hanno anche un’azione lenitiva.

Regola numero 2:
Come già detto, ricordati di evitare di sostare in spiaggia nelle ore di punta e cosa ancora più fondamentale ricordati di reidratarti frequentemente magari aggiungendo all’acqua un integratore a base di magnesio e potassio che ti aiuterà a reintegrare i sali minerali persi durante l’esposizione al sole.

Regola numero 3:
Se ti capita di passare la giornata al mare fai frequenti spuntini a base di frutta e verdura che con il loro forte potere antiossidante andranno a rimpiazzare il collagene perso durante la stagione estiva. La frutta arancione ma anche quella verde e’ ricca di Vitamina C che stimola la produzione di collagene e di elastina e di conseguenza è un potente anti-age.

Regola numero 4:
Se sei soggetta/o ad eritemi solari e scottature non dimenticarti di assumere un buon integratore a base di beta carotene che, non solo ti eviterà i suddetti fastidi, ma stimolerà la pelle ad un’omogenea produzione di melanina, regalandoti un’abbronzatura dorata ed un colore uniforme.

Regola numero 5:
Se hai una pelle che tende a macchiarsi significa che hai un problema di iper pigmentazione, niente di meglio allora che unire al tuo solare un siero a base di viniferina , un principio attivo estratto dai tralci dell’uva bianca, che inibisce la produzione di melanina, schiarisce le macchie già esistenti e previene la formazione di nuove macchie. Un ottimo impacco che puoi fare a casa da ripetere due volte a settimana e’: un grappolo di uva frullato con buccia e semi applicato sulla pelle per 15 minuti: leviga, schiarisce, rassoda e illumina. Provare per credere! Risciacqualo massaggiando il viso con dei movimenti circolari, utilizzando solo i polpastrelli. Questo ti permetterà di effettuare un delicato peeling che rinnoverà il turnover cellulare e permetterà alla tua pelle di assimilare meglio i principi attivi dei trattamenti applicati successivamente.
Regola numero 6:
Ricordati di idratare sempre e abbondantemente la pelle del viso e del corpo prima e dopo ogni esposizione solare, questo non solo la renderà più elastica ma eviterà l’inaridimento causato dal mix sole/salsedine.
Buona giornata, Federica Sabiu.